Mercoledì, 21, Feb, 7:15 PM

Social Network :

Claudio Demozzi


MILANO - Da qualche settimana corrono voci di pressioni subite da alcuni agenti di assicurazione per quanto concerne l'applicazione del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Dipendenti delle agenzie in gestione libera più rappresentativo del settore, vale a dire quello sottoscritto da Sna con le Oo.Ss. Confsal, Fesica-Confsal, Confsalfisals. Il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi interviene in queste ore con una nota ufficiale, inviata a tutti gli iscritti.
"Come attestato anche dal Cnel (Consiglio Nazionale dell’Economia e del Lavoro) - scrive Demozzi - il nostro è il Ccnl maggiormente applicato e questo lo identifica come contratto leader del settore. Quanto sopra è stato dimostrato anche in sede giudiziaria, per cui ribadiamo nuovamente la piena legittimità del nostro CCNL e della sua applicazione.
Con l'occasione ricordiamo che il Contratto, la cui scadenza era fissata per il 1.4.2023, non è stato disdettato e si intende conseguentemente rinnovato ai sensi dell'Art. 72 Ccnl Sna/Confsal-FesicaConfsal-Confsalfisals.
Pur lasciando ai consulenti ogni più approfondita valutazione tecnica al riguardo - prosegue il Presidente nazionale Sna - teniamo a precisare che a parere dello scrivente Sindacato, stante la vigenza del Contratto, non risulta dovuta alcuna indennità ai sensi dell'Art. 71 (indennità di vacanza contrattuale).
Da ultimo informiamo che nelle scorse settimane si è svolto a Milano, presso l'Hotel Crowe di San Donato Milanese, un incontro tra il vertice Sna e le Delegazioni di Fesica-Confsal e ConfsalFisals. Nel corso della riunione, si è preso atto della distanza, al momento incolmabile, tra le posizioni della Rappresentanza datoriale e quelle dei Lavoratori dipendenti in merito all'eventuale apertura di un Tavolo per la rinegoziazione, parziale o totale, del Contratto Collettivo in vigore".
Luigi Giorgetti

Il testo della missiva Sna  LINK

ARCHIVIO NOTIZIE

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA