Sabato, 04, Feb, 11:57 PM

Social Network :

BREAKING NEWS
Regolamento Ivass n. 51, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi: Obblighi ingiustificati, sproporzionati e irragionevoli. Urge un rinvio
Riunito a Milano il Comitato dei Gruppi Aziendali Agenti accreditati Sna. Sul tavolo dei lavori ancora il Preventivatore obbligatorio Rcauto Ivass
Esclusione degli agenti assicurativi dal provvedimento "Decontribuzione Sud", il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi scrive al Ministro delle imp
Ricorso del Sindacato contro Enbass, arriva la sentenza di secondo grado. Il punto del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi


MILANO - Verranno presentati mercoledì 18 gennaio, presso la sede storica Sna di Via Lanzone 2 a Milano (inizio lavori ore 9.30) i risultati dell’indagine condotta dal Centro Studi Assicurativi del Sindacato in ordine al cosiddetto Preventivass. Secondo le prime anticipazioni, il sondaggio avrebbe rilevato che il 99% dei preventivi di rinnovo delle polizze auto rilasciati da Preventivass – preventivatore pubblico on line – non corrisponderebbe ai dati ufficiali delle quietanze emesse dalle compagnie. Sarebbero state, inoltre, rilevate evidenti differenze nei premi di rinnovo delle polizze. 
"L’esito dell’indagine - si legge in una nota del Centro Studi Assicurativi - ha evidenziato che il riscontro del premio rilevato tramite il preventivatore pubblico non corrisponde alla proposta di rinnovo della compagnia. La consultazione autonoma di Preventivass da parte dell’assicurato costituisce senza alcun dubbio un vulnus al diritto di adeguata copertura assicurativa. Il richiamo di clausole inappropriate, l’inadeguata o generica conoscenza del contratto di assicurazione nel suo insieme, e la spinta a stipulare la polizza al premio più basso, sono elementi capaci di alterare la percezione dell’assicurato nella scelta, declinandosi in un gravissimo pregiudizio in caso di sinistro, parzialmente o totalmente non coperto da adeguata garanzia assicurativa. Il preventivatore pubblico - prosegue il comunicato - è dunque da ritenersi di oscura utilità per il mercato dei circa 36 milioni di assicurati, potenziali destinatari del sistema".
Al fine di verificarne l’effettivo contributo in termini di trasparenza e confrontabilità dei prezzi sono stati coinvolti 500 intermediari distribuiti su tutto il territorio nazionale e aventi come mandanti le principali compagnie. In due terzi dei casi il premio elaborato da Preventivass supera di circa 100 euro (con punte fino a 900 euro) quello effettivo praticato dalla compagnia per un rinnovo di polizza.
Secondo il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi "l'indagine del Centro Studi Assicurativi conferma la
convinzione degli agenti sul fatto che Preventivass non garantisce il diritto dell’assicurato ad una informazione accurata, trasparente ed esaustiva, ma anzi è potenzialmente pregiudizievole della effettiva copertura delle sue reali esigenze. Attirare l’attenzione dell’assicurato verso il premio, quale unico elemento di valutazione, distoglie da altri elementi fondamentali caratterizzanti il complesso contratto di assicurazione".
Luigi Giorgetti

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA

ARCHIVIO NOTIZIE