Sabato, 04, Feb, 10:17 PM

Social Network :

BREAKING NEWS
Regolamento Ivass n. 51, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi: Obblighi ingiustificati, sproporzionati e irragionevoli. Urge un rinvio
Riunito a Milano il Comitato dei Gruppi Aziendali Agenti accreditati Sna. Sul tavolo dei lavori ancora il Preventivatore obbligatorio Rcauto Ivass
Esclusione degli agenti assicurativi dal provvedimento "Decontribuzione Sud", il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi scrive al Ministro delle imp
Ricorso del Sindacato contro Enbass, arriva la sentenza di secondo grado. Il punto del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi


MILANO - Il quotidiano economico nazionale "Il Sole24Ore" ha pubblicato la notizia dell’esistenza di un protocollo riservato, che sarebbe stato sottoscritto da Fisac/Cigl, First/Cisl e Uilca/Uil con l’Associazione delle imprese assicuratrici (Ania) come allegato al CCNL per i dipendenti delle compagnie di assicurazioni, recentemente rinnovato.
Stando a quanto si legge nell’articolo a firma Federica Pezzatti, il protocollo impegnerebbe l’Ania a sollecitare le compagnie associate affinchè queste ultime facciano “pressione” sulle rispettive reti agenziali al fine di indurle ad optare per l’applicazione del CCNL firmato dalle sigle Fisac/First/Uilca con Anapa, l’Associazione minoritaria di agenti che fa capo a Vincenzo Cirasola
(Generali).
“Appare singolare che le sigle firmatarie del CCNL dell’Ania per i dipendenti direzionali siano le stesse che hanno firmato il CCNL di Anapa per i dipendenti agenziali, non le pare?” - si chiede il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi, raggiunto telefonicamente mentre si stava recando a Roma per importanti incontri istituzionali. “Siamo orgogliosi - continua Demozzi - del nostro Sindacato e del nostro CCNL, largamente maggioritario e leader del settore assicurativo agenziale anche stando ai dati ufficiali pubblicati dal Cnel. Non permetteremo certo che le sigle storicamente legate all’Ania dal CCNL del settore assicurativo industriale compromettano od ostacolino la nostra libertà di negoziazione, la nostra autonomia imprenditoriale; per ora la contrattazione con Fesica-Confsal e Confsal-Fisals è risultata più che soddisfacente ed al momento non esistono motivi per metterla in discussione. Men che meno permetteremo all’Ania, nostra controparte istituzionale, di intromettersi nelle dinamiche sindacali che ci appartengono!”. Le imprese sono avvisate.
La Redazione

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA

ARCHIVIO NOTIZIE