Sabato, 04, Feb, 10:38 PM

Social Network :

BREAKING NEWS
Regolamento Ivass n. 51, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi: Obblighi ingiustificati, sproporzionati e irragionevoli. Urge un rinvio
Riunito a Milano il Comitato dei Gruppi Aziendali Agenti accreditati Sna. Sul tavolo dei lavori ancora il Preventivatore obbligatorio Rcauto Ivass
Esclusione degli agenti assicurativi dal provvedimento "Decontribuzione Sud", il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi scrive al Ministro delle imp
Ricorso del Sindacato contro Enbass, arriva la sentenza di secondo grado. Il punto del Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi


ROMA - Sono dati in chiaro-scuro quelli pubblicati nel Bollettino Ivass di fine anno e riferiti alla raccolta premi nei rami Vita e Danni del primo semestre 2022. Le rilevazioni registrano nel complesso una flessione del 5,4% ( 73,6 miliardi euro) rispetto allo stesso periodo del 2021.
In particolare, la raccolta del segmento Vita - pari a 52,9 miliardi  di euro - segna una contrazione media del 9,2%; mentre la nuova produzione fa registrare addirittura un -14%. "La riduzione della raccolta - si legge in una nota Ivass - ha interessato tutti i principali canali di distribuzione (-7,3% presso gli sportelli bancari e postali, -19,9% quella realizzata attraverso i consulenti finanziari e -13,3% presso le agenzie con mandato)".
Di converso, la raccolta del settore Danni - pari a 20,7 miliardi di euro - ha visto un incremento del 5,9% (a fronte, però di una flessione pari al 2% del ramo Rcauto). Va notato come oltre il 68,7% della raccolta Danni sia stata realizzata dalle agenzie con mandato (dato che sfiora l'85,5% per le polizze Rcauto). Brusca frenata, invece, per le cosiddette “altre forme di vendita diretta” (compagnie telefoniche e internet). 
Luigi Giorgetti

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA

ARCHIVIO NOTIZIE