Sabato, 03, Dic, 1:38 PM

Social Network :

BREAKING NEWS
L'Insurance Connect Award al progetto OPS, sostenuto dal pool Sna, ACB, Konsumer Italia e Share
L'agenzia digitale secondo Sna, nuova tappa a Trani. Il punto con il Coordinatore regionale Puglia del Sindacato, Piero D'Ambrosio
Furti di auto in Puglia, un triste primato nazionale. Importante convegno su criminalità e frodi organizzato dal Regionale Sna a Trani
Aumento della soglia limite per i pagamenti in contanti, il Presidente nazionale Sna Claudio Demozzi scrive al neo Ministro delle Imprese e del Made i

La spettacolare sede museale del MAC Lula

 

MILANO - E'stato inaugurato il 29 luglio, nel cuore della Sardegna, il MAC Lula, il Museo Diffuso di Arte Contemporanea, fortemente voluto da Domenico Fumagalli, mecenate e storico consulente del Sindacato nazionale agenti di assicurazione. Molte le personalità del mondo della cultura e della politica che hanno voluto salutare questo importante momento culturale: dalla prof.ssa di storia dell'arte Cecilia Cossu, allo stesso Domenico Fumagalli, presidente del MAC Lula; dal critico d'arte contemporanea Giorgio Bonomi, all'arch. Luca Zecchin, autore del nuovo progetto architettonico museale, a Giulia Tanferna responsabile della comunicazione, a Mariolina Mannia.
Il MAC Lula, Museo Diffuso di Arte Contemporanea del Comune di Lula - si legge in una nota - nasce grazie alla passione per l’arte che Domenico Fumagalli condivide con Mariolina Mannia. La coppia decide di realizzare il MAC Lula fondando, nel 2017, l’Associazione Julia Spazio d’Arte di cui Domenico Fumagalli ne è il presidente. La realizzazione del museo è complessa e vede nel corso degli anni la pubblicazione del bando internazionale per il recupero di tre edifici storici del Comune di Lula come sedi del nuovo museo diffuso. Il progetto di ristrutturazione è vinto nel 2018 dall’arch. Luca Zecchin e comporta il recupero degli immobili in ottica museale e contemporanea.
Il Museo ospita la collezione privata di Domenico Fumagalli, di origine milanese, ormai sardo di fatto. La raccolta di opere comprende diverse generazioni di artisti: dai primi ‘900, con Luigi Boni, passando per autori quali Vincenzo Satta, Claudio Olivieri e Pinuccio Sciola, degli anni ’30 e ‘40, fino agli anni 90’, con Giulio Locatelli. La missione del Museo Diffuso è quella di portare l’arte nei luoghi considerati periferici rispetto ai grandi centri urbani. Il museo ha l’obiettivo di condividere con la comunità la propria collezione in continua espansione, offrendo uno spazio di riflessione, di apprendimento e di diletto.
Luigi Giorgetti

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA

ARCHIVIO NOTIZIE