Sabato, 02, Dic, 2:35 AM

Social Network :

Andrea Pieri


Il Sindacato è da sempre il luogo del confronto tra colleghi sulle varie tematiche che riguardano la nostra attività di agenti di assicurazione. Lo scopo di questa nuova iniziativa era quello di aggiungerne un ulteriore. Come in tutte le iniziative però il rischio poteva essere quello di vanificare gli effetti positivi per cui era stato pensato per la nostra famiglia sindacale, magari a causa di inutili polemiche. Fortunatamente così non è stato, anzi finalmente ogni intervento ha avuto lo scopo di portare un contributo a fattor comune, con la voglia di partecipare positivamente, attraverso riflessioni utili e soprattutto costruttive.
In apertura il Presidente Demozzi ha giustamente dato spazio all’on. Barelli, parlamentare che si è attivato sulla nota tematica Enasarco, per il tramite di preziosi colleghi, presso il Ministro Tajani allo scopo di cancellare l’articolo 28 contenuto nella bozza della Finanziaria trovandone accoglimento. Si aggiungono così nuovi politici a livello nazionale, che hanno conosciuto la nostra realtà e che in futuro saranno così disponibili a collaborare con noi, come affermato dallo stesso on. Barelli.
Naturalmente quest’occasione, come sottolineato dal Presidente Demozzi, ha avuto lo scopo di dibattere al fine di portare esperienze, aprendo tale possibilità non più solamente ai Quadri previsti statutariamente, ma anche a tutti i componenti degli Esecutivi Provinciali, dando anche a quest’ultimi la possibilità di intervenire. Ciò allo scopo di farli sentire ancora più parte integrante del Sindacato ed anche per riportare in tali contesti i pensieri, le idee e le preoccupazioni dei colleghi del territorio. Demozzi ha concluso la sua prima parte di intervento elencando e commentando quelli che lo stesso ha definito temi caldi quali: l’articolo 132 bis del CAP in tema di utilizzo obbligatorio, in capo agli agenti, del preventivatore pubblico, il Preventivass, la decontribuzione del Sud ed under 36, la costituzione del Nir, Nucleo di Intervento Rapido, le clausole sulla modifica unilaterale dei prezzi e delle condizioni di polizza da parte delle Compagnie, gli accordi dati ed in particolare quello stipulato in casa Generali, la trattativa per il rinnovo Ana 2003, la creazione di Anacai.
Il Presidente Demozzi ha quindi lasciato la facoltà ai colleghi di intervenire liberamente anche su altri temi.
Come detto tutti gli interventi sono stati molto utili e preziosi, ma soprattutto i toni usati sono stati quelli del condividere le problematiche da affrontare insieme, riconducendosi tutti nel fare quadrato sulle varie iniziative da parte di alcune mandanti che sempre più, come sostenuto nei vari interventi, stanno pericolosamente erodendo la nostra autonomia imprenditoriale. Demozzi dal canto suo ha avuto modo di rispondere ai numerosi interventi, con altrettanta disponibilità e condivisione.
Sembrerebbe quindi passato il periodo della polemica facile o del livore e di questo tutti dobbiamo essere felici, perché almeno così al nostro interno non perderemo più tempo in discussioni inutili. L’auspicio è che si possa continuare in tal senso e che occasioni come questa si possano ripetere anche più frequentemente, con la speranza di poter ascoltare anche quei colleghi che in altri ambiti non intervengono, perché magari emotivamente bloccati al farlo e che in modalità on line si sentono maggiormente a loro agio.
Andrea Pieri

ARCHIVIO NOTIZIE

GRUPPI AZIENDALI ACCREDITATI SNA